Strategie di Marketing

Strategie di MARKETING

JMOTION, nata come agenzia di comunicazione, negli anni ha esteso i suoi servizi diventando una produzione cinematografica e un network TV a diffusione mondiale. Tutto questo è nato spontaneamente per ideare, creare e seguire con innovazione e garanzia di risultato, le aziende che hanno deciso di affidare il proprio Business agli oltre 40 liberi professionisti uniti creativamente nella Jmotion.

Nostri Lavori

L'effetto WOW SORPRENDE... ma NON DURA

E' vero che la pubblicità è fatta di STUPORE e di ATTRAZIONE, ma è altrettanto vera l'aspettativa e la necessità di CONCRETEZZA.

Quando si elabora una Campagna Pubblicitaria, le scelte strategiche definite dagli esperti marketing dell'azienda vengono condivise con l'agenzia di comunicazione per meglio definire quelle scelte fondamentali ad esse collegate per intraprendere le idonee strategie di comunicazione. Ma tra strategie di marketing e strategie di comunicazione spesso si fa confusione e si delegano tutte le responsabilità di una buona o cattiva riuscita di una campagna all'uno o all'altra scelta. Facciamo un pò di chiarezza.

Ogni azienda e ogni progetto fissa degli obiettivi che per essere raggiunti ne stabilisce delle azioni ben determinate e valutate tenendo conto delle opportunità di mercato, delle variabili ambientali e delle risorse interne disponibili. L'insieme di tutte le azioni coordinate che l'azienda mette in atto per raggiungere i propri obiettivi e risultati vengono definite Strategie di Marketing.

Nella pianificazione strategica è inclusa l'aspetto comunicativo che viene affidato ad un'agenzia di comunicazione competente e dallo stile valoriale che abbraccia con sintonia la stessa vision dell'azienda. Nella pianificazione della Comunicazione, l'agenzia percorre dei percorsi ben definiti che si basano sulle aspettative che l'azienda ha previsto di ottenere dal lancio della Campagna pubblicitaria da mettere in atto.

Il primo passo è individuare l'obiettivo che l'azienda si è posta:

  • FAR CONOSCERE l'azienda, il prodotto o le sue caratteristiche (la pubblicità sarà prevalentemente informativa)
  • FAR APPREZZARE il prodotto o la marca (la pubblicità ha il compito di modificare gli atteggiamenti e le opinioni dei consumatori o di rafforzare già quelli presenti e positivi)
  • FAR AGIRE spingendo all'azione, all'acquisto (la pubblicità ha lo scopo di modificare il comportamento del consumatore)

Di conseguenza, non si ha una strategia giusta o sbagliata. Le Strategie di Comunicazione non hanno una struttura standard per tutti i settori aziendali, ma hanno delle direzioni che possono essere sintetizzate in queste tre macro tipologie:

  •  STRATEGIE CONCORRENZIALI

sono quelle strategie finalizzate ad avere un vantaggio a danno della concorrenza. Sono quelle strategie che letteralmente strappano quote di mercato alla concorrenza. Sono incluse nelle strategie concorrenziali: le strategie comparative, le strategie finanziarie, le strategie di posizionamento, le strategie pubblicitarie promozionali e le strategie di imitazione.

  • STRATEGIE DI SVILUPPO

sono quelle strategie finalizzate ad accrescere la domanda globale espressa dal mercato o creando nuovi consumatori o modificando il comportamento dei consumatori attuali. Sono incluse nelle strategie di sviluppo: le strategie estensive nei mercati in sviluppo, le strategie estensive nei mercati statici e le strategie intensive. 

  • STRATEGIE DI FIDELIZZAZIONE

sono quelle strategie che accrescono la fiducia e la fedeltà, conservando i clienti già acquisiti. Questo legame azienda consumatore dipende principalmente dalle prestazioni reali del prodotto e dai servizi quindi dalla soddisfazione del consumatore. Nelle strategie di fidelizzazione sono incluse: le strategie di mantenimento e le strategie di attualizzazione e riposizionamento.

"una buona pubblicità può far acquistare un cattivo prodotto, ma non potrà farlo riacquistare una seconda volta"