• Himalaya
  • Appennini
  • Alpi
  • Africa
  • Ande
  • Artico
  • Artico
  • Spedizione Himalaya Nepal JmotionSchool
  • Spedizione Appennini JmotionSchool
  • Spedizione Alpi JmotionSchool
  • Spedizione Africa JmotionSchool
  • Spedizione Ande JmotionSchool
  • Spedizione Artico JmotionSchool
  • Spedizione Artico JmotionSchool

"Se ti è nato il gusto di scoprire, non potrai che sentire il bisogno di andare più in là."  [Water Bonatti] 

CORSO di EMOTIONAL EXPLORATION

Il Corso di Emotional Exploration, ideato e realizzato dall'unione dell'agenzia Jmotion e dell'Ass. Explora Nunaat International, ha delle radici profonde e valoriali. Non è un caso che il corso è l'unione di due parole forti come ESPLORAZIONE EMOZIONALE, che rimandano ad un desiderio di conoscenza e consapevolezza di quei luoghi selvaggi come ad uno spettacolo nella quale riconoscere se stessi.

Il Corso di EMOTIONAL EXPLORATION ha collegato in maniera simbiotica, la figura di Walter Bonatti e la sua concezione di Esplorazione. Famoso esploratore ed alpinista italiano di fama internazionale, ha legato la sua vita completamente al vero significato della parola ESPLORAZIONE, ovvero CONOSCENZA

Come ci spiega il Pres. dell'Explora Nunaat International, Davide Peluzzi <il significato etimologico della parola “esplorazione” o “esplorare” ha radici profondissime e lontane nella cultura umana. La parola potremmo dividerla in due sezioni: “ES” e “PLORARE”. La radice PLORARE deriva dal latino ed ha il suo vero significato in PIANGERE; tale parola può risultare non consona al significato attuale, ma analizzandola nell'origine, il suo significato è molto reale e vero. Anticamente e anche nella nostra quotidianità la conoscenza ed il sapere passano attraverso una “sofferenza”, mentale o fisica. PLORARE (piangere) senza SOFFERENZA non potrà mai portare ad una CONOSCENZA... gli antichi avevano ragione.>

Il Corso di EMOTIONAL EXPLORATION è articolato in n.2 Livelli/Programmi di Formazione propedeutici e in n.6 Spedizioni (facoltative e autonome) in luoghi e ambienti di media/alta difficoltà.

1) Programma BASE, prevede Lezioni teoriche online e condivisione di Racconti del TEAM EXPLORA, sulle catene montuose delle Alpi e degli Appennini. Luoghi per alcuni tratti non ancora del tutto tracciati e ancora da esplorare (Percorso Bonatti), luoghi con diversi gradi di difficoltà e accessibili anche a principianti che vogliono iniziare a riscoprire il contatto con il vento, la montagna, la notte.

2) Programma AVANZATO prevede Lezioni teoriche online e condivisione di Racconti del TEAM EXPLORA su luoghi estremi e selvaggi in territorio estero, come Himalaya, Ande, Africa, Artico. Ambienti e luoghi che si distinguono l'uno dall'altro non solo nell'aspetto geografico, climatico, territoriale, ma soprattutto nell'aspetto culturale ed esperienziale.

3) Escursioni per vivere con il TEAM EXPLORA l'esperienza pratica e diretta dell'uso dei ramponi, della piccozza, delle attrezzature da alpinismo, all'esperienza notturna di dormire in tenda... fino ad arrivare ai brividi dell'alta quota e al rispetto di popoli lontani dalla nostra cultura, ma così umanamente vicini alla vera essenza umana.

Nelle Escursioni è prevista la presenza costante di GUIDE ALPINE o Accompagnatori di Media Montagna. Tra i collaboratori l'AMM Massimo Fraticelli.

Il Corso di EMOTIONAL EXPLORATION per questo motivo vuole dare la possibilità a tutti (principianti della montagna ed esperti dell'alta quota) di affrontare la CONOSCENZA di luoghi spettacolari e selvaggi nel mondo, attraverso l'esperienza di un TEAM di esploratori esperti che ha fatto della propria curiosità, la spinta emotiva ed emozionale verso un viaggio con la propria Anima.

Un viaggio spazio-tempo che farà scoprire a ciascun corsista che il vero viaggio è dentro di noi.

"Le grandi montagne hanno il valore degli uomini che le salgono, altrimenti non sarebbero altro che un cumulo di sassi."  [Walter Bonatti] 

I DOCENTI del Corso di EMOTIONAL EXPLORATION 

DAVIDE PELUZZI - Pres. Ass. Explora Nunaat International

Appassionato fin dall’infanzia della Natura, ha le sue prime esperienze e frequentazioni sui monti del Gran Sasso e della Laga * Nel 1990-92 si reca sui monti dell’Atlante algerino e tunisino e nelle aree limitrofe sahariane e nel Parco dello Tsavo Kenia - Tanzania * Dal 1994-95-96-97-98 frequenta il Massiccio del Monte Bianco, del Gran Paradiso (salita e discesa 8 ore e 15min.), del Monte Rosa e del CervinoNel 2000 attratto dalle terre artiche si reca sui ghiacciai islandesi Snaffellsjokull e altri Nell’anno 2002 compie la traversata sud-nord-sud del Vatnajokull (Spedizione “Orfeo”). Inizio della collaborazione con la biologa prof. Diana GalassiIl 2004-5 è l’anno dell’ideazione del Progetto “Pietre e Popoli del Mondo”. Concatenazione delle salite sul Gran Sasso D’Italia - Etna - M.BiancoNel 2006 tramite la Spedizione “Gemini” Premiata con Medaglia dal Presidente della RepubblicaEsplora le terre del Jamesonland in Groenlandia Nord-OrientaleNel 2008, Co-autore con Gianluca Frinchillucci del Progetto e Spedizione Saxum 2008- IPY 2007-08 East greenlands - seconda Medaglia d’Argento del Presidente della RepubblicaCollabora con le Università di Chieti – Pescara - l’Aquila e con il “Progetto Carta dei Popoli Artici”PerigeoNel 2007 è Presidente dell’Ex-Plora Nunaat International * Partecipazione e collaborazione con il Festival Internazionale Naturalistico Scientifico dal 2002, del Direttore Riccardo FortiRiceve a Roma nel maggio 2009 il “Premio Aurelio Peccei 2009” dall’Associazione L’Età Verde presieduta dalla Prof. Augusta BusicoDirettore Ex-Plora PerigeoSocio CAI L’AquilaMembro Team Beta Tester - MICO SPORT SpAIdeatore del Progetto Earth Mater – The lost Tribe – Himalaya Artico. Capo Spedizione della Earth Mater 2011Sviluppo 2011 del Progetto Pietre e Popoli del Mondo con ilo Vittoriale degli Italiani, presieduto dal Prof. Giordano Bruno GuerriCollaborazione Earth Mater con l’Esperimento ERMES dei Laboratori di Fisica Nucleare del Gran Sasso – INFN/LNGSCo-autore del Progetto METEO MUNDI con Roberto Madrigali.

GIORGIO MARINELLI

Nato in Canada, paese dei grandi parchi e della natura incontaminata, si trasferisce in Italia, fin da piccolo trascorre le sue vacanze estive ed invernali nelle montagne marchigiane. Amante da sempre dello sport di qualunque tipo, agonistico e non, cresciuto nel mondo del volontariato nella locale Croce Verde, ricoprì dal 2001 al 2004 anche il ruolo di co-responsabile del gruppo di protezione civile. Tra gli interventi effettuati, ha partecipato alle operazioni di soccorso durante i terremoti del 1997 (Marche-Umbria) e nel 2002 in MoliseNel 1990 frequentò un corso di introduzione alla speleologia e visitando ed esplorando grotte in vari luoghi d’Italia, tuttora è istruttore di tecnica della Società Speleologica ItalianaNel 1991 iniziò ad interessarsi alle spedizioni nei cosidetti Pvs grazie al suo amico Gianluca. Lo aiutò nella preparazione dei viaggi fino al 2003 quando organizzarono insieme una spedizione nella Groenlandia dell’EstSempre nel 2003 si recò in Albania con una missione umanitaria/esplorativaIl 2004 è l’anno del cambiamento, in agosto per la prima volta si recò in Etiopia dove ancora opera con progetti umanitari l’Ong Perigeo Onlus, associazione impegnata sul fronte della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale dei popoli, ricoprendo peraltro la carica di PresidenteTornò in Groenlandia nel 2005 con il progetto “Carta dei Popoli Artici” effettuando anche una ricerca antropologica presso l’isola di Pusissaraq e nel 2008 con la spedizione “Saxum”, intervallati dal 2007 quando partecipò ad una traversata con sci e pulka in completa autonomia alle isole Svalbard dove effettuò sperimenti di valutazione fisiologica e nutrizionaleNel 2009 organizzò una spedizione in Perù, prima nella foresta amazzonica e poi nelle Ande del nord denominata “Ande del Nord – Uomo e Ambiente”, riportando importanti risultati scientifici ed esplorativiNel 2011 si reca in Nepal con il Progetto Earth Mater 2011Dal mese di maggio 2013 è membro dell’associazione Explora Nunaat InternationalDicembre 2004: Brevetto di Paracadutismo (ANPD’I)Gennaio/Marzo 2005: realizzazione del “I° corso di formazione per operatori all’estero” in Collaborazione con l’Anpd’I di San GinesioQualifica BLSDIstruttore di Tecnica speleologica (SSI)